La Capitale Del Male

by HATE & MERDA

/
  •  

1.
2.
05:29
3.
4.
06:27
5.
6.
7.
09:01

about

released and distributed by:
recorded and mixed by Niccolò Gallio.
mastering: Alessandro Maffei.

unn1 - metals / drums.
unn2 - strings / vocals.

Stefania Pedretti [Ovo / Signorina ?Alos]: vocals In Itinere.
Matteo Bennici [Squarcicatrici]: cello In Itinere.
Stefano Santoni: philosophy.
Vio & Pagan: readings Vai Via.

concept and artwork: Hate&Merda.
inner sleeve: Coito Negato.

HM use Nude Guitars.

released and distributed by:
Sangue Dischi [SD 25]
Dischi Bervisti [DB 22]
Shove Records [SH 59]
Zas Autoproduzioni Records
Toten Schwan Records [TSR 55]
Icore Produzioni [ICO 09]
UTU Conspiracy [UTU 14]
Dio Drone [DD 029]

credits

released January 21, 2016

Registrato la notte tra sabato 3 e domenica 4 ottobre 2015 e mixato da Niccolò Gallio.
Mastering: Alessandro Maffei.

Unn1: metalli / tamburi. Unn2: corde / voce.
Stefania Pedretti [Ovo / Signorina ?Alos]: voce in 'In Itinere'.
Matteo Bennici [Squarcicatrici]: violoncello in 'In Itinere'.
Stefano Santoni: filosofia.

concept & artwork:
Hate&Merda.

prodotto e distribuito da:
Sangue Dischi, Dischi Bervisti, Shove Records, Toten Schwan Records, Zas Autoproduzioni Records, Icore Produzioni, UTU Conspiracy e DioDrone. [LP] + Simula Records (Uk) [TAPES].

contatti & booking:
diodrone@mail.com
www.facebook.com/odioeshit/
diodrone.bandcamp.com

'..Non esiste filosofia che possa contemplare il male. Quando arriva si mangia tutto..tutto..e si spenge ogni cosa. E' una cosa da non programmare a nessuno, da non dire a nessuno. E' una cosa che non ha infinità. Si mangia tutto. Le cellule..non le scalda nemmeno.
I morti..se li rimangia i morti..è una cosa pazzesca.
Però il male è rappresentato. Già tempi or sono dal Ponte Vecchio si buttavano le streghe. Era il posto delle streghe il Ponte Vecchio, ma prima c'erano i macellai che buttavano via le budella. E queste cose, queste frattaglie, venivano buttate nell'Arno e l'Arno si riempiva di questo sangue. Il male è una cosa che va sopportata, non c'è possibilità, la religione cristiana ne ha fatto una menzogna, ne ha fatto un processo di una virilità che è quella di un'eventuale condizione di salvezza, perché più soffri e più salirai al paradiso..ma non è vero un cazzo.. La capitale del male?
Il male non ce l'ha una capitale, o se ce l'ha può essere anche il terribile mondo oscuro dell'altra parte della luna. Dove vuoi che sia..in fondo a se stessi..Che poi è sempre un aspetto personale il male.
Non c'è nulla di detto, non c'è una misura per misurarlo.
Il male è anche giusto sotto certi punti di vista, perché altrimenti non puoi fare nulla.
Il male serve.
Serve anche il male..'

[Stefano Santoni]

tags

license

all rights reserved

feeds

feeds for this album, this artist

about

Dischi Bervisti Italy

Dischi Bervisti is a very small independent label.

contact / help

Contact Dischi Bervisti

Streaming and
Download help

Track Name: La capitale del male
'..Non esiste filosofia che possa contemplare il male. Quando arriva si mangia tutto..tutto..e si spenge ogni cosa. E' una cosa da non programmare a nessuno, da non dire a nessuno. E' una cosa che non ha infinità. Si mangia tutto. Le cellule..non le scalda nemmeno. I morti..se li rimangia i morti..è una cosa pazzesca.
Però il male è rappresentato. Già tempi or sono dal Ponte Vecchio si buttavano le streghe. Era il posto delle streghe il Ponte Vecchio, ma prima c'erano i macellai che buttavano via le budella. E queste cose, queste frattaglie, venivano buttate nell'Arno e l'Arno si riempiva di questo sangue. Il male è una cosa che va sopportata, non c'è possibilità, la religione cristiana ne ha fatto una menzogna, ne ha fatto un processo di una virilità che è quella di un'eventuale condizione di salvezza, perché più soffri e più salirai al paradiso..ma non è vero un cazzo.. La capitale del male?
Il male non ce l'ha una capitale, o se ce l'ha può essere anche il terribile mondo oscuro dell'altra parte della luna. Dove vuoi che sia..in fondo a se stessi..Che poi è sempre un aspetto personale il male.
Non c'è nulla di detto, non c'è una misura per misurarlo.
Il male è anche giusto sotto certi punti di vista.
Il male serve.
Serve anche il male..'
Track Name: Foh
l'unica cosa che esiste sono io
ho dovuto accendere una luce per capire che ero solo.

le persone sono sempre bellissime quando ti dicono addio
ma un giorno anch'io me ne andrò
e allora anch'io sarò bellissimo.
Track Name: L'inesorabile declino
se dovessi affrontare una valle oscura
non temerei niente perché tu sei con me

se dovessi affrontare cappio e spada
non temerei niente perché tu sei con me

sei sei sei con me.
Track Name: In itinere
se dovessi affrontare una valle oscura
non temerei niente perché tu sei con me

se dovessi affrontare cappio e spada
non temerei niente perché tu sei con me

sei sei sei con me.
Track Name: La capitale del mio male
dal profondo
voragine senza fine
basta non dirlo, né nominarla
neanche un attimo nascosti sotto una coperta
ma io lo so
l'ho sempre saputo, c'è sempre stata tra di noi
puoi sentirla, puoi quasi toccarla
ma non la puoi abbracciare

la capitale del male è qui
è qui e mi completa

e allora
tutto ciò che è destinato a finire finirà
finirà e sarà dimenticato
una fine misera in un giorno qualunque
uno qualsiasi
e alla fine cosa resta di me
resta poco, forse niente, non importa

la capitale del mio male è qui
è qui e mi congeda

e alla fine cosa resta di me
resta poco
forse niente
non importa
Track Name: Vai via
ascolta
ascoltami
se il tempo potesse tornare indietro
tornerebbero indietro le cose perdute
ancora
ogni volta che grido è per te
pensaci
questo album di foto guardato al contrario
riporta i morti alla vita di prima
ancora
a respirare
a parlare
a confortare
ad aspettare
a ricordare
ad ascoltare
a perdonare
ancora

non dormirò mai più
per non sognarvi mai più